Letti a scomparsa – Cosa sono e come sceglierli

By | 30 Gennaio 2019

Probabilmente avrai sentito parlare dei letti a scomparsa. E’ una tipologia di letto che si sta affermando sempre di più, perché ti permette di ottimizzare lo spazio in casa. Si tratta di un mobile salvaspazio che contiene al suo interno un letto disposto in verticale e che quando viene chiuso occupa veramente poco spazio, soprattutto in profondità.

Tirando una leva o una maniglia si può estrarre il letto, il quale solitamente ruota attorno ad un perno fissato al muro. Il vantaggio che ti può dare, soprattutto se vivi in una casa piccola, è davvero notevole. Infatti tutto lo spazio che normalmente un letto occupa, durante il giorno lo puoi sfruttare diversamente.

Per esempio nella cameretta dei ragazzi, potresti utilizzare dei letti a castello a scomparsa. Una volta che il letto è chiuso occupa poco spazio a parete, ed i bambini hanno molta più superficie utile per giocare o studiare. Un’altra applicazione utile è nell’arredamento di una casa vacanze. Possiedi una casa al mare o in montagna di piccole dimensioni? Pensa a quanto sarebbe comodo avere un letto matrimoniale a scomparsa, pratico e veloce da utilizzare.

I letti a scomparsa sono quindi una delle tipologie di mobili che si sta affermando sempre di più nelle case degli italiani. E questo è dovuto al fatto che ci stiamo abituando a vivere in appartamenti sempre più piccoli, soprattutto nelle grandi città.

Tutti i letti a scomparsa hanno una caratteristica comune che li rende molto più comodi e pratici dei divani letto. Questa caratteristica è che sono dei veri e propri letti, che puoi abbinare alla tipologia di materasso che preferisci. Inoltre puoi aprire e chiudere il letto già imbastito con lenzuola e coperte.

Uno dei limiti del divano letto è che il materasso non lo puoi scegliere come vuoi tu. Devi accontentarti di quello che il produttore ti fornisce, e le possibilità di scelta sono limitate. Inoltre molti tipi di divano letto devono essere preparati ogni volta che li utilizzi, e questo è un grosso limite in termini di comodità e tempo impiegato.

Le tipologie più diffuse di questi letti sono:

Letti singoli a scomparsa

Si tratta di letti singoli, di dimensioni tipicamente 200×90 cm. Possono essere verticali o orizzontali, a seconda del fatto che i perni su cui il letto ruota siano inseriti nel lato corto o nel lato lungo. Sono l’ideale per la cameretta dei ragazzi, oppure per arredare la camera degli ospiti. I letti singoli a scomparsa orizzontali possono essere posti a terra oppure essere rialzati. In quest’ultimo caso ti permettono di utilizzare lo spazio sottostante anche quando il letto è aperto. Puoi inserire infatti una scrivania per lo studio oppure un porta computer.

Letti matrimoniali a scomparsa

Sono letti matrimoniali, di dimensioni 200×180 cm. Si tratta di letti verticali che solitamente hanno un mobile in legno che li contiene, per cui quando sono chiusi sono perfettamente camuffati all’interno dell’arredo. Un particolarità di molti letti matrimoniali a scomparsa è che possono essere chiusi con la biancheria ed il piumone già fatti. I modelli più evoluti hanno anche il meccanismo di apertura elettronico, per garantirti massima comodità e sicurezza.

Letti a castello a scomparsa

Sono letti a castello particolarmente indicati per arredare la camera dei bambini. Ne esistono di tanti modelli, alcuni veramente sottili (meno di 30 cm di profondità quando chiusi). Molto importanti sono le sponde laterali e nella testata, soprattutto nel letto superiore, per garantire ai tuoi piccoli la totale sicurezza. Anche il fissaggio a muro richiede l’utilizzo di tasselli e ferramenta particolare, in grado di reggere pesi sostenuti.

La seguente infografica riassume le principali tipologie di letti a scomparsa:

Letti a scomparsa infografica arredamento

Letti a scomparsa infografica arredamento

Una categoria che si sta affermando sempre più velocemente è quella dei letti a scomparsa con divano. Di cosa si tratta? E’ un mobile salvaspazio da inserire nel soggiorno di casa, con un letto abbattibile verticale che si appoggia sul divano. In questo modo puoi avere soggiorno e camera da letto nella stessa stanza, è quindi la soluzione ideale per un monolocale. Ad esempio il letto a scomparsa con divano Living:

Letto a scomparsa con divano design moderno Living

Letto a scomparsa con divano Living

Ricapitolando, se sei alla ricerca di una soluzione salvaspazio giorno/notte, devi fare una scelta tra il divano letto ed il letto a scomparsa. Un divano letto probabilmente è una scelta più economica e semplice. Però il divano letto è sicuramente meno comodo e pratico, sopratutto se lo devi utilizzare frequentemente o tutte le notti. A meno che non scegli un divano letto per uso quotidiano, progettato per uso intensivo o quotidiano. Il letto a scomparsa è un vero e proprio letto, ampio e comodo perchè puoi scegliere il tuo materasso preferito. E’ però sicuramente una scelta più costosa, e richiede anche un maggiore impegno per il montaggio.

Vuoi approfondire questa tematica? Allora ti consigliamo di leggere questo post del nostro Blog: Letto a scomparsa: soluzione salvaspazio per piccoli appartamenti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *